dimanche 13 juillet 2014

La belle des champs

A Paris, dove abito, piove ormai da quindici giorni, e sembra proprio autunno. 
In attesa che venga il bel tempo, mi crogiolo nel ricordo delle mie ultime vacanze in Provenza dai Nonni. 
Oggi vi porto alla "fête champêtre" alla valle dell'Eure: è da qui che nel I secolo d.C., i Romani canalizzavano l'acqua per alimentare la città di Nîmes attraverso l'acquedotto del Pont du Gard. Ma del Pont du Gard magari vi parlo la prossima volta.
Al programma della festa campestre, pic-nic e animazioni per grandi e piccini: musica, balli, spettacolo di dressage delle oche e dei cani e diversi stands per gustare les produits du terroir, i prodotti locali.











E quale migliore occasione di una festa campestre per indossare il vestito viola che vi avevo mostrato nel mio ultimo post?









Se siete ancora in città, e le sagre di paese e le atmosfere campestri vi fanno evadere dalla routine in attesa di partire in vacanza, allora tornate a trovarmi presto. La prossima volta vi porto ad Arpaillargues alla fête du pois chiche, la sagra dei ceci.

Minichic indossa: vestito Monoprix

2 commentaires:

  1. La sagra dei ceci *_* (ho una passione per quelli tostati!)
    Consoliamoci Mini, anche nella "sempre soleggiata" (solo di nome) Italia il tempo è terribile e il mare solo un ricordo, prendiamola filosoficamente, almeno non c'è afa. Un bacio

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. io (maman di mini) ho una passione per i ceci in qualunque maniera, dall'humus al falafel ma anche solo in insalata o con la pasta sluuurp

      Supprimer