jeudi 18 juillet 2013

Le scarpe di Gioiuzza

Nel post precedente, vi ho parlato delle scarpe di Minnie; adesso voglio parlarvi di quelle di Gioiuzza.
Lo so, si parla spesso di scarpe in questo blog. Perché mi piacciono tanto, sopratutto quelle con il tacco.  
Maman invece preferisce le sneakers: de gustibus mi sembra che si dica in questi casi. E il gusto di Gioiuzza in quanto a scarpe è a dir poco ineccepibile discutibile .
Se siete coraggiosi, facciamo un giro nella sua scarpiera, vi faccio vedere alcune delle chicche che contiene. Solo alcune però, perché altrimenti dovrei scrivere un'enciclopedia, e ancora non me la sento.

Per fugare ogni dubbio sul fatto che si tratti proprio dei calzari di Gioiuzza che vi mostrerò, iniziamo da questo paio di Nike Dunk ID.
La zia Laura, una delle colleghe di lavoro di Maman, dice che sono le scarpe di Skipper, la sorellina di Barbie. Ma forse non sa leggere, perché c'è scritto Gioiuzza, e non Skipper, su entrambe le scarpe.
Forse Maman temeva che, essendo così belle, qualcuno potesse rubargliele, e ha ritenuto opportuno scriverci sopra il nome della fortunata proprietaria, cioè lei. 



Continuiamo con un paio di ballerine. Che dire? queste piaceranno sicuramente al gatto di casa.



Ma se non vi va di giocare al gatto e al topo, e nondimeno vi riconoscete un certo spirito felino, allora questo è il paio che fa per voi. 
Comprate da Gioiuzza a Londra, così irrinunciabili che Maman ha perfino raddoppiato, costringendo la Nonna a comprarle uguali, perché si sa "two is megl' che one". Inaugurate la sera stessa per una rappresentazione del Rigoletto al Covent Garden, in fondo quale occasione migliore per sfoggiare queste ruggenti meraviglie?



Sempre in tema animalier, non potevano mancare loro (le avete già viste qui).
Maman, nonostante non sia molto abile a camminare sui tacchi, le ha comprate ugualmente perché erano scontatissime perché aveva intuito che il senso profondo della loro esistenza era come complemento d'arredo su una mensola del nostro appartamento (del senso dell'arredamento di Maman, pari solo al suo innato gusto in fatto di scarpe, vi avevo già detto qui).
Per fortuna che ogni tanto le uso io, che sui tacchi ci cammino proprio bene.
Da notare il raffinato abbinamento con la maschera che indossa Miss K, l'elegante lampada disegnata da Stark per Floss e abbigliata da Gioiuzza (Philippe, chiudi gli occhi!).



Per oggi ci fermiamo qui, mi sembra che Maman abbia già avuto il suo quarto d'ora di ridicolo celebrità, dixit Andy (Warhol, ndr). 
E, visto che il meglio è sempre per la fine, vi lascio con un ultimo paio, mitico a dir poco.
Per Hermès metropolitani (Hermès nel senso mitologico del termine, che avete capito? mica vi parlavo di questo Hermès qui). In più, sono catarifrangenti, per ridurre il rischio di incidenti in caso decideste di volare di notte.
Ehi, ma cosa sono quelle alucce piccole nella foto? Volete sapere se ne ho un paio anche io? Ehmmm forse, cioè insomma, ebbene si, ma vi giuro che me le ha comprate Gioiuzza, io non c'entro per nulla. 
No, Maman, questo proprio non me lo dovevi fare...


6 commentaires:

  1. Uuuh le ballerine con il musetto da topo farebbero furore con le mie due feline!!! :-)
    Bellissime tutte, divertenti, unconventional, io mi ci ritrovo molto: sneakers e tacchi alti! ADORO!!!

    RépondreSupprimer
  2. Sono pochissime, tira fuori le altre, quelle nascoste...

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. no mi vergogno già abbastanza così ;-)

      Supprimer
  3. tu e maman ;) di certo passate inosservate!

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. sai plume penso che ormai la gente a paris sia abituata a vedere di tutto ;-) potresti uscire anche in pigiama e passare inosservata, per fortuna

      Supprimer